Tsunami a Tonga dopo l’eruzione del vulcano Hunga

Tsunami a Tonga dopo l’eruzione del vulcano Hunga

Allarme in diversi paesi del sud del Pacifico, tra la Nuova Zelanda e le Hawaii: uno tsunami ha inondato le case a seguito di dell’eruzione del un vulcano sottomarino Hunga-Tonga-Hunga-Ha’apai al largo di Tonga.

Le onde, arrivate circa 15 minuti dopo l’esplosione del vulcano, sono alte circa 1,2 metri e sono arrivate nella capitale del regno di Tonga e nella capitale delle Samoa.

Gli scienziati hanno osservato massicce esplosioni, tuoni e fulmini vicino al vulcano dopo che ha iniziato a eruttare all’inizio di venerdì.

Subito si sono diffuse le immagini sui social media che mostrano l’acqua entrata in una chiesa e in diverse abitazioni. e testimoni parlano di cenere che cade sulla capitale Nuku’alofa. La città si trova a soli 65 km a nord del vulcano. In altri video pubblicati sui social media si vedono grandi onde che si infrangono a riva nelle zone costiere. Potrebbe esserci un blackout.

La polizia e le truppe militari hanno evacuato il re Tupou VI di Tonga dal suo palazzo vicino alla costa. I residenti costretti a fuggire mentre le onde abbattevano le loro case e cenere pioveva dal cielo. 

Allerta Tsunami anche nei dintorni

Allerta anche per chi abita in Australia e Nuova Zelanda. I residenti di Lor Howe Island, 780 km a Est di Sydney, è stato dato l‘ordine di evacuare alle 10.26 di sera. Anche a Norfolk Island and Macquarie Island i residenti si sono spostati ad almeno un km dalla costa. E in Australia per ora sono vietati i bagni in mare

In Nuova Zelanda è stato diramato l’allarme tsunami. La National Emergency Management Agency si aspetta “correnti insolite e ondate imprevedibili”.

Quello delle ultime ore non è stato un episodio isolato: il vulcano sottomarino Hunga-Tonga-Hunga-Ha’apai ha iniziato a eruttare frequentemente a dicembre.

Leggi altri articoli su RisolutoNews !

CATEGORIE
TAGS