Milano, prima panchina europea in ricordo di David Sassoli

Milano, prima panchina europea in ricordo di David Sassoli

Milano dedica la prima panchina europea a David Sassoli, Presidente dell’Europarlamento, recentemente scomparso.

Tutta dipinta di blu e con al centro le 12 stelle dorate dell’Unione Europea.

La panchina è stata collocata nei giardini Oreste del Buono in viale Campania.

All’inaugurazione del monumento urbano, lo scorso sabato, a Milano, hanno partecipato sostenitori e familiari. La celebrazione della memoria di Sassoli ha visto la presenza della deputata democratica Lia Quartapelle, del consigliere regionale Pietro Bussolati e della segretaria Silvia Roggiani.

L’iniziativa è del circolo ‘Pd Marcona 101’ in collaborazione con il comitato “Wow che mamme e che papà”.

Un ringraziamento collettivo per l’impegno europeo di Sassoli, sempre a sostegno di una politica attenta ai bisogni del cittadino.

Il sindaco di Milano, Beppe Sala, alla notizia della morte improvvisa di David Sassoli, l’11 gennaio scorso, con un tweet lo ricordava così:

“Mi avevi detto che amavi Milano. Forse perché qui l’Europa è di casa. Cercheremo di rendere la nostra città sempre più giusta anche per te. Sempre più aperta al dialogo e al confronto, come ci hai insegnato con il tuo esempio. Addio David”.

A breve altre panchine dai colori della bandiera europea saranno installate anche nel Municipio 1 e nel Municipio 7.

David Sassoli e l’impegno al Parlamento europeo

Volto noto agli italiani per la sua conduzione del TG1, David Sassoli intraprende la carriera politica nel 2009.

Viene eletto per la prima volta con oltre 400mila preferenze, diventando Capo delegazione del Pd al Parlamento europeo.

Rieletto nel 2014 come eurodeputato e vicepresidente del Parlamento, Sassoli si occupa soprattutto di trasporti, politica euro-mediterranea e bilancio.

Il 3 luglio del 2019, all’inizio del suo terzo mandato, viene eletto Presidente del Parlamento europeo.

Dopo Antonio Tajani, David Sassoli è stato il secondo presidente italiano del Parlamento europeo, da quando l’Assemblea di Strasburgo viene eletta a suffragio universale.

Nel corso della sua carriera politica, si è prodigato per costruire un’Europa unita e collaborativa, al servizio dei cittadini.

Il racconto a Rainews 24 dell’ex portavoce di Sassoli, Roberto Ciulla

“L’impegno di Sassoli ha avuto al centro un’idea della politica come servizio per i cittadini. Il suo impegno principale da Parlamentare europeo e presidente del Pe, quasi un’ossessione, è stato quello di riavvicinare le istituzioni europee ai cittadini, cioè di costruire un legame, di dare dignità all’istituzione Parlamento europeo”.

Il ricordo di David Sassoli nelle parole di Papa Francesco

David Sassoli è stato un “Credente animato di speranza e di carità, competente giornalista e stimato uomo delle istituzioni che, in modo pacato e rispettoso, nelle pubbliche responsabilità ricoperte, si è prodigato per il bene comune con rettitudine e generoso impegno, promuovendo con lucidità e passione, una visione solidale della comunità europea e dedicandosi con particolare cura agli ultimi”.

Uomo di grande personalità, europarlamentare al servizio dei cittadini, David Sassoli rappresenta l’orgoglio europeo di tutti gli italiani.

CATEGORIE
TAGS