Green pass over 50. Resta obbligo fino al 15 giugno

Green pass over 50. Resta obbligo fino al 15 giugno

Il governo pone la fiducia sull’obbligo vaccinale e alla Camera succede di tutto. Pioggia di fogli sul ministro D’Incà.

Green pass over 50. Resta obbligo fino al 15 giugno. Il governo così ha posto la questione di fiducia alla Camera sul dl recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza COVID-19, in particolare nei luoghi di lavoro, nelle scuole e negli istituti della formazione superiore. Il provvedimento contiene l’obbligo vaccinale per gli over 50.

Una grande baraonda alla Camera dei deputati quando il ministro dei Rapporti col Parlamento, Federico D’Incà, stava eleggendo il provvedimento con cui il governo poneva la fiducia sul decreto legge Covid che contiene l’obbligo vaccinale per gli over 50.  Un gruppo di deputati del gruppo Alternativa gli si è fatto intorno e lo ha fatto oggetto di un lancio di fogli.

Dichiarazione sottosegretario Costa

“Sul Green Pass va detto che per gli over 50 sui posti di lavoro l’obbligo del rafforzato dura fino a 15 giugno”,  ha detto il sottosegretario alla Salute Andrea Costa in una intervista. “Con il 31 marzo e la fine dello stato di emergenza inizierà una nuova fase – ha ribadito Costa -, ci sarà l’allentamento graduale delle misure restrittive, tra cui certamente anche del Green Pass. Oggi ci sono le condizioni per non rinnovare lo stato di emergenza”.

Dichiarazione di Draghi sulle restrizioni e Green pass

Il governo pensa di non prorogare lo stato di emergenza Covid oltre il 31 marzo. Lo ha fatto sapere il primo ministro Mario Draghi, parlando ieri pomeriggio al teatro del Maggio Fiorentino (Fi)

Dichiarazione Draghi fine emergenza covid

 “Da allora non sarà più in vigore il sistema delle zone colorate – ha spiegato il premier – Le scuole resteranno sempre aperte per tutti: saranno infatti eliminate le quarantene da contatto. Cesserà ovunque l’obbligo delle mascherine all’aperto, e quello delle mascherine FFP2 in classe. Metteremo gradualmente fine all’obbligo di utilizzo del certificato verde rafforzato, a partire dalle attività all’aperto – tra cui fiere, sport, feste e spettacoli. Continueremo a monitorare con attenzione la situazione pandemica, pronti a intervenire in caso di recrudescenze. Ma il nostro obiettivo è riaprire del tutto, al più presto”.

Ci auguriamo che il programma di “ritorno alla normalità” si attui secondo le modalità più idonee. Per essere aggiornati in tempo reale leggete Risolutonews.it

CATEGORIE
TAGS